il laboratorio

L’odontotecnica è quella materia tecnica con la quale si raggiungono le conoscenze per procedere alla costruzione di protesi dentarie fisse e mobili e altri apparecchi ortodontici. È definita come l’insieme delle tecniche che permettono di preparare apparecchi dentari, specialmente protesi, che poi dovranno essere applicati dai dentisti.

L’odontotecnico è quindi colui che sui modelli ottenuti delle impronte fornite dai dentisti costruisce protesi dentarie di qualsiasi tipo impiegando i materiali utilizzati in odontotecnica. Le impronte fornite all’odontotecnico devono essere accompagnate da una prescrizione che riporta il tipo di protesi da eseguire, il materiale da impiegare e tutte le informazioni di progettazione necessarie alla realizzazione del manufatto. L’odontotecnico può essere consultato presso lo studio medico ogni qualvolta l’odontoiatra lo ritenga opportuno. Questo può avvenire durante le fasi intermedie di prova dei manufatti protesici in maniera da rendere edotto il tecnico stesso di eventuali problematiche o per eventuali richieste ai fini della costruzione di una protesi più rispondente alle caratteristiche estetiche e strutturali del paziente. Ovviamente l’assistenza si intende di supporto non operativo, cioè visualizzazione delle problematiche meccanico-biologiche ed estetiche. In Europa, la direttiva comunitaria 93/42 impone all’odontotecnico di allegare alle protesi da lui prodotte una dichiarazione di conformità ai requisiti essenziali di sicurezza indicati dalla direttiva stessa.

Nell’ ambito dell’odontoiatria il settore che in pochi anni ha subito in maggior misura un epocale sconvolgimento è quello odontotecnico.
L’avvento delle tecnologie CAD CAM ,ormai sul mercato in via sperimentale da quasi 10 anni ,ha rivoluzionato sia la realizzazione del manufatto protesico ,sia l’organizzazione del laboratorio odontotecnico .Sempre meno si vedono realizzare manufatti con la tecnica della fusione a cera persa,a favore di strutture realizzate dalla fresatura di progetti fatti su scannerizzazioni di monconi ricavati da colature di modelli da impronte.
Da tante piccole realtà autonome sul territorio si sta andando verso stazioni periferiche di acquisizione dati che fanno capo ,per la realizzazione del manufatto stesso ,a grandi centri di fresaggio anche a centinaia di chilometri dal laboratorio di acquisizione e dallo studio odontoiatrico.
Sulla postazione di lavoro sempre meno fornelletti a gas e spatole per la cera e sempre più tastiere e mouse per la progettazione a computer.
Sempre nuovi materiali che soddisfano sia le esigenze sia strutturali che estetiche (la zirconia ad esempio ) e ceramiche più versatili e facili da utilizzare.
A tal proposito il laboratorio Toscano-Palagi-Casali che opera da oltre trenta anni nel campo dell’odontotecnica e da venticinque collabora con il Dott. Massimo Scanferla .si é attrezzato di apparecchiature all’avanguardia nel settore dentale 
; scanner tridimensionale ad alta definizione in grado di realizzare strutture in zirconia a lega sinterizzata su qualsiasi abutment implantare e pilastri naturali; forno per cottura ceramica di ultima generazione; fonditrice sottovuoto; ceramiche e compositi di importanti case produttrici leader nel settore .Tutte le lavorazioni vengono eseguite sotto controllo con microscopio.
Per cercare di soddisfare le esigenze di tutti i pazienti , entrambi riteniamo indispensabile la collaborazione fra professionista e tecnico, senza la quale il riscontro del manufatto non risulterebbe della qualità desiderata nel totale rispetto di ruoli e competenze.