Calo’ Simone

In qualità di igienista dentale mi occupo di prevenzione, che in campo odontoiatrico consiste nell’individuazione dei fattori di rischio che possono portare allo sviluppo di malattie a carico sia dei denti che dei tessuti molli del cavo orale.
Attraverso quella che volgarmente viene chiamata “pulizia dei denti” ovvero una seduta di igiene orale, eseguo un check up della bocca del paziente controllando le condizioni di mucose e denti, oltre allo stato dei restauri protesici (otturazioni, impianti, ponti e corone), mettendole in relazione con l’eventuale presenza di abitudini viziate, scorretti stili di vita,inadeguate manovre di igiene orale domiciliare, errate abitudini alimentari o patologie sistemiche quali ad esempio, il diabete poiché è dimostrato che il 90% dei diabetici, se non correttamente seguiti, diventano pazienti edentuli.
Durante una seduta di igiene, attraverso l’eliminazione del tartaro sopragengivale, si riduce il rischio d’insorgenza di carie che possono portare anche alla perdita di un elemento dentale o protesico, mentre l’eliminazione del tartaro sottogengivale serve a prevenire l’insorgenza o a mantenere stabile una parodontite, poiché proprio il tartaro è il responsabile dell’ ”abbassarsi” di gengiva e osso di supporto delle radici.
E dal mio punto di vista è fondamentale quindi che il paziente sia cosciente e partecipe della salute della propria bocca, per questo motivo verranno impartite le adeguate istruzioni di igiene orale che permetteranno di utilizzare correttamente spazzolino, filo interdantale, scovolini e colluttorio.
Per quanto riguarda i pazienti in tenera età si può inoltre intervenire con azioni mirate a ridurre il rischio di carie quali le sigillature dei solchi e l’applicazione di gel a rilascio di fluoro.
Per soddisfare le esigenze di miglioramento estetico dei pazienti, si valutano ed eseguono trattamenti di sbiancamento, trattamenti che consentono un miglioramento del colore e della lucentezza dei denti senza che ne venga intaccata la struttura e quindi la salute
Definizione
L’igienista dentale è una figura professionale laureata.
Esercita la professione in piena autonomia, su indicazione del dentista (odontoiatra o medico chirurgo odontostomatologo), in regime di dipendenza o libero professionale.
L’igienista dentale è lo specialista nella prevenzione delle patologie oro-dentali e promuove la salute orale dei pazienti al fine di migliorarne anche la salute sistemica, nonché l’estetica e l’autostima.
La professione ha come fine la prevenzione e la terapia a livello del cavo orale con conseguenti implicazioni sistemiche.
Funzioni
L’igienista dentale abilitato:
Rileva i parametri biometrici parodontali;
Compila la cartella clinica a fini diagnostici e statistici,
Provvede all’istruzione sulle varie metodiche di igiene orale;
Usa mezzi diagnostici idonei ad evidenziare la placca batterica o biofilm batterico (rilevatori di placca vitale);
Effettua la rimozione (meccanica o manuale) di placca batterica e tartaro, dalle superfici dentali e implantari;
Effettua polishing (lucidatura) delle superfici dentali;
Lucida e leviga restauri conservativi (otturazioni in amalgama e composito);
Lucida e leviga restauri protesici fissi e mobili;
Rileva ed evidenzia, fattori di rischio correlati a insorgenza/progressione di patologie di denti e mucose;
Fornisce consigli per una corretta alimentazione;
Istruisce e consiglia in merito a strumenti e metodiche di igiene orale domiciliare individuali;
Esegue counselling motivazionale sul paziente fumatore, al fine di ridurre/eliminare l’abitudine al fumo;
Esegue counselling motivazionale sul paziente diabetico scompensato, con l’aiuto del medico diabetologo, al fine di controllare il livello sierico di emoglobina glicosilata;
Segnala al dentista segni e sintomi della presenza di patologie sistemiche, non ancora diagnosticate;
Esegue manovre di profilassi del cavo orale, quali applicazioni topiche di fluoro, agenti rimineralizzanti, sigillature dei solchi;
Riduce/elimina i fattori favorenti l’insorgenza /progressione della malattia parodontale (placca batterica, tartaro iuxta e sub gengivale);
Rileva e segnala al dentista, la presenza di fattori ritentivi per placca e tartaro (minus dello smalto, perle dello smalto, carie, restauri conservativi o protesici incongrui);
Prescrive collutori a fini terapeutici
Esegue sbiancamenti dentali a fini estetici.
Percorso formativo
Per esercitare la professione di igienista dentale è necessaria la Laurea triennale in Igiene Dentale, abilitante alla professione sanitaria di igienista dentale. I laureati in Igiene Dentale possono avvalersi del titolo di Dottore in Igiene Dentale.